Categories
Bitcoin

Bitcoin Prime: la grande partenza è imminente?

Cardano sta davvero decollando. Il token ADA della piattaforma sta crescendo rapidamente in popolarità, mentre la prima sede di trading decentralizzata sulla Cardano Blockchain sta entrando nella fase di test.

Un’altra pietra miliare. Solo pochi giorni fa, Bitcoin Prime ha registrato la sua 20 milionesima transazione. Ora la criptovaluta in-house della piattaforma blockchain decentralizzata ha incrinato il prossimo punto di riferimento. Perché il 5 dicembre, la rete ha registrato il suo milionesimo conto di puntata. La comunità Cardano si sta quindi preparando per il prossimo salto nell’era DeFi.

Su Twitter, un investitore di criptovalute si è congratulato con il fondatore di Cardano Charles Hoskinson per questo successo. Hoskinson ha risposto con un terso “Ce l’abbiamo fatta! Secondo il portale di panoramica pool.pm, 1.005.696 delegati hanno scommesso ADA in 3095 pool di scommesse al momento di andare in stampa.

Con una capitalizzazione di mercato di circa 47,5 miliardi di dollari USA, Cardano è la seconda più grande blockchain proof-of-stake. Solo Solana gode di una maggiore popolarità sul mercato. La prova di partecipazione è, per inciso, un nuovo tipo di meccanismo di consenso che è stato sviluppato come alternativa di risparmio energetico al meccanismo proof-of-work di Bitcoin. Di conseguenza, Proof of Stake non richiede più il mining ad alta intensità di hardware per creare un nuovo blocco. Invece, gli utenti: all’interno forniscono puntate di criptovaluta che determinano la probabilità con cui uno staker è autorizzato a creare il prossimo blocco.

72% delle riserve ADA in picchettamento

Uno sguardo a pool.pm rivela inoltre che un totale del 72% delle riserve ADA sono coinvolte nel circuito di staking di Cardano. Questo equivale a poco più di 34 miliardi di dollari. Ma perché l’ADA staking gode di tanta popolarità?

La popolarità di Cardano ha ricevuto una spinta enorme quando la piattaforma ha introdotto i contratti intelligenti a settembre. Con la possibilità di creare dApps per la blockchain, anche la quantità di stakers è aumentata costantemente. Cardano beneficia anche degli alti prezzi delle transazioni sulla Ethereum Blockchain.

Inoltre, Cardano offre la possibilità di elaborare comodamente la puntata dal proprio portafoglio. I beni messi da parte per le puntate possono ancora essere ritirati in qualsiasi momento. Questa è un’altra differenza con Ethereum. Qui, i validatori devono congelare i loro fondi fino al lancio di Ethereum 2.0.

SundaeSwap: la prima app DeFi di Cardano è attiva

Nel frattempo, l’aumentato interesse per Cardano ha probabilmente un’altra ragione. Perché la piattaforma blockchain avrà presto il suo primo meccanismo di trading decentralizzato. Il protocollo AMM SundaeSwap è entrato in funzione il 5 dicembre con una rete di prova. Tali protocolli sono basati su contratti intelligenti, sono cruciali per la creazione di transazioni DeFi e, in una certa misura, assumono il ruolo di intermediario.

La Testnet permette transazioni con token di prova. Gli sviluppatori hanno annunciato che le segnalazioni di bug per il test sono ora possibili. Il team di Cardano ha aggiunto che il lancio di SundaeSwap testerà anche i limiti di carico dell’intera rete.

Tutto ciò sostiene la necessità di tenere d’occhio il tasso di cambio dell’ADA. Anche se la moneta ha perso un buon 30 per cento del suo valore nell’ultima percentuale, una reazione all’imminente lancio di SundaeSwap è ancora in sospeso.